Festa dei Gerani – Vi presentiamo… Aracne

Finché il giorno splendea, tessea la tela
Superba, e poi la distessea la notte
Al complice chiaror di mute faci.

(Odissea, Libro secondo)

Quando pensiamo a Penelope intenta a tessere la tela mentre aspetta il ritorno del suo amato Ulisse, certamente immaginiamo una figura elegante che muove con sapienza le mani, creando con l’ausilio di semplici fili colorati un articolato disegno di intrecci.

La tessitura è un’arte complessa che richiede tempo e dedizione. Per questo motivo forse oggi è caduta un po’ in disuso, a causa della vita frenetica che conduciamo e che spesso ci costringe a riservare meno tempo a ciò che ci piace fare.

Qualcuno però è riuscito a fare di questa arte la sua passione al punto di dedicarsi completamente ad essa, con lo scopo di condividerla anche con gli altri.

Rita Rinaldi con la sua Associazione Studio Aracne si occupa da circa quindici anni dell’insegnamento  e della diffusione della tessitura attraverso corsi per adulti e bambini, utilizzando semplici telai verticali che ne consentono un facile approccio e materiali anche di riciclo.

“La tessitura è un’arte antica – ci spiega Rita – nata quando gli insediamenti umani iniziarono ad essere  stanziali e ad allevare il bestiame. Ogni paese ha sviluppato poi la sua particolare tradizione tessile legata a significati religiosi, culturali e sociali”.

E oggi?
“Praticare e tramandare l’arte della tessitura oggi – continua Rita – non ha il solo scopo di recuperare un mestiere antico, ma detiene anche una valenza terapeutica, in quanto consente lo sviluppo di doti creative, manuali e di precisione anche in soggetti svantaggiati.

Durante i suoi laboratori, Rita predilige l’uso del telaio verticale.
“Questo tipo di telaio – dice Rita – consente di mettere in pratica varie tecniche di tessitura, tra le quali ad esempio quella del tappeto annodato (il tappeto persiano) che sul tradizionale telaio a pedali non può essere eseguito. Oltre al telaio tuttavia è possibile tessere anche su altri supporti come rete, rametti , etc”.

Insomma, tutto si può tessere, ovunque si può tessere!

Volete conoscere Rita per provare anche voi a tessere la vostra tela?
Potrete incontrarla nel nostro vivaio in occasione della Festa dei Gerani, sabato 17 e domenica 18 marzo.

L’ingresso è gratuito! Non mancate!

 

 

Share this post