La Festa dei Gelsomini

Il 28 e il 29 settembre 2013 si è svolta presso il vivaio Malvarosa la prima Festa dei Gelsomini, una straordinaria occasione per conoscer da vicino questo fiore.

Le visite guidate del Giardino dei Gelsomini sono state per me faticose, ma ricche di soddisfazione. festagelsomini2013 (6)E’ stato straordinario guidare delle attentissime classi di 20-30 persone, tutte impegnate ad ascoltarmi per più di un’ora sulle differenze tra i diversi gelsomini e sulla loro classificazione e provenienza, il tutto condito da aneddoti, storie e amenità varie. Esaltante e faticoso!

 

Una parte da leone l’ha avuta la granita al gelsomino, proposta da A Nivarata e realizzata dal maestro pasticcere Franco Patanè del Bar Fratelli Patanè di Pozzillo (CT).

La festa dei gelsomini è stata una prima occasione per far conoscere l’universo che gira intorno a questo fiore dalla lunga, ricca e straordinaria storia. Abbiamo potuto proporre tanti modi diversi di entrare in contatto con questo fiore.

Il gelsomino è divenuto così il fiore della tradizione, per  creazioni floreali attraverso il laboratorio “la sponza”. Composizione fatta con l’infiorescenza della carota selvatica e i boccioli di gelsomini che come per magia sbocciano al tramonto del sole.

Ed ancora si è parlato di gelsomino  come essenza usata in erboristeria  ed in profumeria con l’erborista dott. Rosario Galeano, scoprendo il suo uso millenario e i suoi utilizzi pratici che tanto si sono intrecciati con la storia delle coltivazioni siciliane.

Abbiamo, inoltre,  voluto  re-inventarlo come decoro artistico grazie alle sapienti, allegre ed originali mani delle due decoratici Alessandra Intelisano e Chiara Arrigo che hanno creato vasi e ciotole a tema. Gelsomini immersi nelle mille e vivacissime tinte di Alessandra o ancora nelle metalliche sfumature di Chiara, create grazie alla tecnica del Raku. E’ stato bello vedere le due artiste  guidare bimbi e grandi in un laboratorio senza sosta. Ed ancora il gelsomino è divenuto tema per illustrazioni botaniche nel laboratorio curato dall’illustratrice Silvia Battaglini.  E’ stata anche  un’occasione per chiarire dubbi e curiosità sulla coltivazione di questa pianta, tanto amata da noi siciliani, insieme al nostro agronomo Ignazio La Spina.

Allegro e spensierato è stato il clima che si raccolto intorno al concorso fotografico magistralmente guidato dal nostro amico fotografo Salvo Costanzo. E’ stato bello vedere l’entusiasmo e l’allegria con cui si è rivisitato il tema  “I gelsomini”. Belle foto, alcune veramente artistiche e fatte con sapiente tecnica.

Esilarante il laboratorio e il teatro allestiti da Riccardo e Margherita che hanno ipnotizzato grandi e piccini.

Infine abbiamo voluto concludere la festa immersi nel profumo notturno di questi fiori sulle note del pianista Giampiero Bugliarello. Ricordo di un profumo che penso sia caro a tutti.

  , , , , , , , , , , , , ,